Google Travel Insights, tre tools Google in aiuto al settore turistico

Scopri come raggiungere i potenziali viaggiatori esplorandone le storicità e le ricerche

Travel Insights  è una suite di strumenti creata da Google nel dicembre 2020 che ha come scopo quello di supportare il settore turistico aiutandolo a raggiungere i potenziali viaggiatori. Questo insieme di tools non è però rivolto solo agli attori del settore turistico ma anche al viaggiatore stesso, creando potenzialmente un’unione tra domanda e offerta.

Partendo dall’analisi di dati oggettivi, quindi potenzialmente più efficaci, consentirebbe di creare obiettivi e strategie di marketing mirate per preparare l’attività turistica e renderla più performante.

Tre tools  basati sui dati di ricerca degli utenti

Google Travel Insights è composto da tre tools di cui due gratuiti e uno riservato solo ai partner di viaggio, tutte le informazioni fornite sono basate sui dati di ricerca degli utenti.

Il primo strumento è Destination Insights che illustra nel dettaglio le principali fonti di domanda per un Paese, mettendo a confronto l’anno corrente con quello precedente, e le destinazioni specifiche di maggior interesse all’interno di quel determinato Paese.

Grafico Google Destination Insights

Si possono estrapolare quindi due tendenze specifiche nel tempo: le destinazioni all’interno di un paese che i viaggiatori sono più interessati a visitare e la domanda di viaggi per singole aree geografiche.

I filtri utilizzabili sono: la meta, il paese di origine, il tipo di viaggio (domestico, internazionale o entrambi), l’ intervallo di date in cui valutare il trend ed infine è possibile selezionare se la domanda di viaggio è riferita all’accomodation o ai viaggi in aereo.

Lo strumento fornisce anche una classifica delle principali città per cui hanno espresso interesse gli utenti (locate all’interno del paese trattato), la risorsa della domanda (Paese analizzato) e anche la crescita della domanda nel tempo.

Classifica città Destination Insights

I dati sono filtrabili per nazione quindi il risultato è una ricerca settoriale per target, potrebbero risultare più utili ai potenziali viaggiatori che per gli albergatori e l’industria turistica anche se questi dati potrebbero aiutare il settore a mappare una possibile ripresa dei viaggi su percorsi specifici e quindi guidare le scelte comunicative da intraprendere con i potenziali futuri viaggiatori.

Un aiuto per l’Hospitality: Hotel Insights

Il secondo strumento della suite è Hotel Insights e permette di conoscere a livello regionale quali sono le tendenze delle prenotazioni incoming ed ottenere consigli e suggerimenti che possono essere utilizzati per attirare nuovi ospiti e mettere in risalto la propria attività online.

Hotel Insights riguarda da vicino l’hospitality e le strutture alberghiere, raccogliendo i dati di Google sulla ricerca di hotel mira ad aiutare le strutture ricettive a capire come indirizzare e implementare il loro marketing soprattutto durante questo recovery dal periodo sfavorevole causato dal COVID-19.

In particolare, è possibile impostare un mercato target e ottenere le informazioni sui trend di ricerca nelle ultime 12 settimane.

Le metriche analizzate sono l’interesse di ricerca nel tempo per regione messo in relazione a quello dimostrato l’anno scorso cioè quanto gli utenti hanno cercato la regione impostata.

Grafico ricerca nel tempo Hotel Insights

Il secondo grafico mette a confronto il volume di ricerca della nostra destinazione nelle ultime 12 settimane suddividendola tra domestica e internazionale.

Grafico ricerca internazionale/nazionale Hotel Insights

Si può andare nel dettaglio e scoprire i mercati di provenienza divisi per nazioni.

Classifica mercati di provenienza Hotel Insights

Questi dati possono essere utilizzati per creare campagne targetizzate per regione o paese, creare offerte pensate appositamente per una determinata utenza (ad esempio stranieri oppure ad esempio pacchetti comprendenti servizio taxi dopo il viaggio in aereo.

Un altro esempio potrebbe essere, se dall’analisi emerge che si ha un forte riscontro con un paese straniero,  assicurarsi che il sito sia accessibile e comprensibile, accertandosi per esempio di avere tutte le pagine tradotte oppure valutare se inserire traduzioni nella lingua del paese in questione.

Nella sezione Risorse si possono trovare dei consigli su come migliorare la propria strategia di marketing utilizzando prodotti Google come per esempio: come creare una presenza online per il tuo hotel con Google My Business, come migliorare il sito web e la fruizione da parte dell’utente, come utilizzare il marketing digitale e la pubblicità a pagamento con Google Ads e Google Hotel Ads.

Travel Analytics Center, solo per partner commerciali Google

Infine, il sito ospita anche il Travel Analytics Center disponibile solo per i partner commerciali  operanti nel settore viaggi di Google.

Questo tool consente di avere un quadro più chiaro e ampio combinando i dati dell’account Google con dati e approfondimenti più ampi sulla domanda di Google per aiutare gli attori del settore hospitality nella gestione delle strutture e nel trovare opportunità per raggiungere potenziali visitatori e viaggiatori.

Google Travel Insights avrà una data di scadenza?

Google assicura che Google Travel Insights, nato per tamponare le perdite causate dalla pandemia, resterà in funzione , come Google Pay per Stay, anche post COVID-19 in quanto i dati saranno preziosi per il settore turistico anche in futuro.

Per la natura dei dati e per come vengono presentati, Google Travel Insights può diventare un ottimo strumento di supporto per l’analisi della domanda se le informazioni in esso contenute vengono incrociate con i dati di Google Analytics, unitamente a tutti gli altri dati a disposizione della struttura ricettiva. Un mix di informazioni interne ed esterne per riuscire ad interpretare la domanda nel miglior modo possibile, anche in questo periodo dove la domanda è tutt’altro che stabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere il "Giornale del marketing turistico" ?

Aggiornamenti periodici sulle principali novità del marketing turistico: news, eventi, case history, strumenti, persone e molto molto altro... Non ti preoccupare per lo spam...riceverai massimo 2 mail al mese. Per ringraziarti della tua adesione potrai scaricare subito le prime 30 pagine del mio libro!

Le informazioni inserite non saranno cedute a terze parti